Passato, Presente e Futuro

Le Origini

 

Il lungo viale ad oggi è conosciuto come Corso Buenos Aires, nasce in realtà con il nome di Corso Loreto, poiché nelle vicinanze sorgeva una chiesa dedicata a Santa Maria Loreto.

Aveva un aspetto molto diverso da oggi, era infatti bordato da un filare di pioppi per lato, per tutta la sua lunghezza e portava verso Monza, Lecco e Bergamo.

Nel 1906, in occasione dell’Esposizione Universale il cui tema era quello dei trasporti, diventò ufficialmente Corso Buenos Aires.

Il sindaco di allora, Ettore Ponti, voleva promuovere un’immagine più internazionale della città, commemorando la copiosa immigrazione di italiani nei paesi sud americani. Nacquero cosi Piazza Argentina e Piazza Lima e la via venne dedicata appunto alla capitale dell’ Argentina.

Il Corso, diversamente da oggi, era anche attraversato dalla ferrovia sino agli anni Trenta con un ponte ferroviario all’altezza di Viale Tunisia, ponte che determinava anche un cambiamento d’arredo urbano della via. Nel tratto iniziale, il corso era alberato con pianticelle che avevano sostituito la presenza dei pioppi, mentre oltre il ponte ferroviario, il Corso diventava più stretto e senza alberature.

Il Grande Boom

 

Gli scavi della metropolitana iniziarono nel 1958, facendo fermata a Porta Venezia, Lima e Loreto. Da quel momento iniziò il vero sviluppo del Corso nonostante sia sempre stata una delle più importanti arterie commerciali della città. Per il suo sviluppo in linea retta, la sua lunghezza di circa 1.600 metri e la varietà di esercizi commerciali, il Corso viene spesso paragonato alla Fifth Avenue di New York.

Durante gli anni, la presenza dei brand più conosciuti a livello internazionale, è aumentata al punto da definire l’intera zona come il più grande centro commerciale a cielo aperto in Europa.

Il Futuro

 

Real Baires è profondamente motivata ed interessata al progetto di riqualifica del Corso che dovrebbe partire da Piazzale Loreto, punto nevralgico di Milano, ma anche importante opportunità per incrementare il flusso turistico e l’immagine del’ intero Corso Buenos Aires.

Una nuova e moderna concezione di P.le Loreto, pensata come un nuovo polo dai sapori internazionali, regalerebbe all’intera zona una nuova linfa, immagine e fluidità facendo in modo che l’asse che parte dal centro, possa proseguire e svilupparsi in maniera fluida lungo Viale Padova e Viale Monza, raggiungendo le periferie in modo armonico e ben ideato.

Per noi immobiliaristi presenti da anni sul Corso Buenos Aires, è di fondamentale importanza che questo progetto venga ideato e realizzato nel migliore dei modi: non solo è necessario uno sguardo verso il futuro, ma anche una doverosa attenzione per l’aspetto green e la tutela dell’ambiente. Una riqualificazione poco attenta, rappresenterebbe una minaccia per lo sviluppo dell’intera zona portando staticità piuttosto che rinnovamento, quello stesso rinnovamento che ha caratterizzato Milano negli ultimi anni e pertanto diventato ormai essenziale in ogni zona della città.

Negozi

Una moda che non raggiunge le strade, non è moda.

(Coco Chanel)

Vai

Hotel

L’ospite è un gioiello posato sul cuscino dell’ospitalità.

(Rex Stout)

Vai

Servizi

Se l’uomo sbagliato si serve di mezzi giusti, allora il mezzo giusto agisce in modo sbagliato.

(Carl Gustav Jung)

Vai

Intrattenimento

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.

(Charles Bukowski)

Vai

Food

Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si ha mangiato bene.

(Virginia Wolf)

Vai

Corso Buenos Aires Stakeholders Association

Corso Buenos Aires, 47 – 20124 Milano
C.F. 97852560156

Contatti

Phone +393886952654
Mail info@corsobuenosaires.org

 

 

Follow Us